Con l’obiettivo di fornire una classificazione energetica degli elettrodomestici più chiara e comprensibile per il consumatore, l’Unione Europea ha implementato un nuovo sistema di classificazione del consumo energetico da A (efficienza massimaa G (efficienza minima) in vigore dal 1 ° marzo 2021.

Questo cambio di etichettatura riflette i miglioramenti tecnologici di questi prodotti e riduce la saturazione nelle classi più efficienti della vecchia scala, lasciando la classe A inizialmente vuota per fare spazio a modelli più efficienti che verranno sviluppati in futuro.

Il cambio di scala implica che, a titolo di esempio, un prodotto che era stato classificato come A+++ può essere classificato come B o inferiore, pur non presentando variazioni nel suo consumo.

In questo contesto, è importante capire che i cambiamenti sono dovuti al cambio di etichettatura e non alla modifica delle qualità o delle prestazioni dei prodotti.

Il seguente articolo spiega in modo approfondito la nuova generazione di etichette dell’ UE: il miglioramento dell’etichetta energetica dell’UE

I prodotti oggetto delle nuove normative sono, dal 1º marzo 2021, lavatrici (inclusi lavasciuga), lavastoviglie, frigoriferi e display elettronici (inclusi televisori e monitor) e, dal 1º settembre 2021, sorgenti luminose come le lampadine.

Il nuovo sistema di etichettatura consentirà di distinguere più chiaramente tra i prodotti più efficienti sotto il profilo energetico, e incentiverà anche i fabbricanti a continuare a migliorare la prestazione energetica dei loro prodotti al fine di vederli classificati tra le categorie di efficienza energetica più elevate.